Referenze / Referenze

SAS Institute srl.
Via Darwin 20/22
20143 Milano
Italia
>Tel 02 831 341 r.a.
Fax 02 581 136 40
www.sas.com/italy/success

Referenze

Printer-FriendlyPrinter-Friendly

Referenze

 

Rischio di credito come leva di business

Dashboard direzionale e modelli di rating per Telepass. Obiettivi: ottimizzare il processo di valutazione del credito e minimizzare l'esposizione al rischio

Operativa dalla fine del 2008, Telepass scaturisce dalla scelta strategica operata da Autostrade per l'Italia di conferire a una società dedicata l'emissione e la commercializzazione dei sistemi di pagamento elettronico Telepass e Viacard. Un impegno di non poco conto, se si pensa che Telepass conta a tutt'oggi 7,5 milioni di apparati circolanti e oltre 1,2 milioni di Opzioni Premium, 350 punti di distribuzione sul territorio, oltre 100 dealer, 34mila sportelli bancari e 14mila uffici postali convenzionati.

l cambiamento degli assetti societari, dettato dalla volontà di cogliere tutte le potenzialità di un mercato in forte espansione, induce la neonata realtà a riformulare le proprie strategie di medio e lungo periodo, con una duplice focalizzazione. Da un lato, la volontà di rispondere in modo ottimale ai bisogni dei clienti, articolando l'offerta in base ai profili differenziati di utilizzo e attivando iniziative di co-marketing volte a favorire la mobilità con un ricco ventaglio di servizi complementari. E dall'altro un focus più accentuato sulle problematiche connesse con la gestione del credito, allo scopo di minimizzare l'esposizione al rischio.

Dante Antognoni
Dante Antognoni
      Fronteggiare le dinamiche di rischio
''In termini generali – spiega Dante Antognoni, Responsabile Amministrazione e Finanza di Telepass – la nostra attività poggia sostanzialmente sul credito, cioè sul pagamento posticipato da parte del cliente del servizio erogato ai caselli autostradali. Ora, mentre il rischio di credito è minimo per i clienti family o business garantiti dagli istituti Finanziari presso cui hanno sottoscritto il contratto, l'esposizione al rischio può diventare critica nel caso di particolari controparti, come i Consorzi e le Società di servizi degli autotrasportatori.'' Si tratta di circa trentacinque controparti che consorziano un numero elevato di trasportatori e che, pur rappresentando una quota limitata della base clienti, generano un fatturato annuo di circa 900 milioni di euro, pari a un quarto del transato Telepass complessivo (circa 3,9 milioni di Euro).

Proprio la necessità di monitorare in modo preciso e puntuale l'esposizione al rischio ha spinto Telepass a realizzare, in collaborazione con SAS, un progetto finalizzato a valutare la posizione creditizia dei clienti e a ottenere una completa visibilità sullo stato del credito.

Dal modello di rating al Dashboard Direzionale
''Il nostro obiettivo – riprende Dante Antognoni – è di dotarci di uno strumento che risponda a due ordini di esigenze. Da una parte, sviluppare modelli di rating accurati per valutare le nostre principali controparti, come i consorzi, soggetti non patrimonializzati la cui affidabilità è spesso difficile da verificare con le tradizionali analisi di bilancio. E dall'altra costruire un dashboard direzionale che permetta al management di acquisire una visione ottimale e realistica del credito aziendale. Abbiamo scelto SAS perché ci permette di indirizzare entrambe le problematiche con un'unica soluzione integrata.'' In effetti, il progetto assicura una copertura funzionale completa dell'intero processo di valutazione del credito, dalla raccolta dei dati alla loro preparazione per le analisi successive, dall'esecuzione del modello alla produzione degli indici di score, fino alla produzione dei report e alla pubblicazione dei risultati ottenuti.

Un monitoraggio puntuale della qualità del credito
''Il progetto – afferma Dante Antognoni – che, come dicevo, è frutto della focalizzazione voluta dal management, modificherà radicalmente il processo di valutazione del credito, che finora si basa esclusivamente sia sulle conoscenze personali circa l'affidabilità della controparte, sia sulle informazioni fornite da società terze. L'attuale score è un risultato, per così dire, ''freddo'', nel senso che non tiene conto di un insieme di variabili per noi rilevanti, come il peso strategico della controparte, la regolarità dei pagamenti o il numero di apparati gestiti. Nello stesso tempo, al management manca uno strumento standardizzato e preciso per monitorare la qualità del credito complessivo, verificare l'efficacia degli interventi di recupero, intraprendere le azioni più appropriate per risolvere le criticità o addirittura valutare l'opportunità o meno di assumere un rischio nei confronti della controparte.'' È uno strumento di cui si avverte fortemente l'esigenza, soprattutto nei confronti di quei clienti (circa 180mila) che, pur rappresentando una piccola quota del totale, hanno generato negli anni un notevole impatto sul conto economico in termini di perdite su crediti: di qui, la necessità di un monitoraggio costante e puntuale capace di evidenziare gli indicatori critici, come la percentuale di insoluto o il tempo medio di incasso.

      Telepass

Il Partner
La valutazione del credito a supporto degli obiettivi strategici
Meware, partner di SAS con una forte specializzazione in ambito Credit Risk Management, ha gestito il progetto e identificato le linee guida metodologiche per affrontare il problema di busi-ness. In particolare, la tipologia di portafoglio che Telepass doveva valutare (numericamente esiguo e privo di eventi default) ha richiesto l'utilizzo di tecniche statistiche non supervisionate come la cluster analysis per consentire l'utilizzo delle informazioni interne a Telepass e definire un rating che avesse un reale utilizzo operativo. Lo sviluppo del progetto ha inoltre consentito di sfruttare al massimo le potenzialità di accesso ed integrazione dati della Soluzione SAS Credit Scoring mettendo a disposizione di Telepass un ambiente analitico per la valutazione del merito creditizio, integrando tali informazioni in un Dashboard operativo del Credito su cui è stato sviluppato una reportistica di dettaglio (Analisi di esposizione, Garanzie, Scaduto, Incassi e Recupero Crediti).












Minimizzare le perdite
Anche se è difficile stilare un consuntivo del progetto, che è tuttora in corso di implementazione, i risultati attesi sono significativi.
''In primo luogo – conclude Dante Antognoni – il modello di rating fornisce una valutazione accurata e affidabile del rischio correlato con ciascuna controparte: toccherà poi al management decidere se e quale quota di rischio vale la pena di assumere. In secondo luogo, il dashboard offre al management una fotografia, al contempo sintetica e dettagliata, dello stato attuale del credito, utile per individuare i fattori di criticità e decidere con rapidità le azioni più opportune. Infine, l'ottimizzazione del processo di rappresentazione, analisi e gestione del credito ci permette di ridurre l'esposizione al rischio e di minimizzare le perdite sul credito da ascrivere in bilancio, con un evidente beneficio per la bottom line.''

Testimonianza tratta da itasascom (1/2011) - la rivista di fatti, informazioni e cultura del mondo SAS.
© Copyright dell'editore. L'articolo non è riproducibile senza il suo consenso. 

Copyright © SAS Institute Inc. All Rights Reserved.

Telepass

Esigenza di Business:
Ottimizzare il processo di valutazione del credito e minimizzare l'esposizione al rischio verso particolari controparti come Consorzi e Società di servizi degli autotrasportatori.
Soluzione:
Telepass ha realizzato con SAS e Meware, partner SAS, un ambiente analitico per la valutazione del merito creditizio, integrando le informazioni in un Dashboard operativo del Credito su cui è stato sviluppato una reportistica di dettaglio (Analisi di esposizione, Garanzie, Scaduto, Incassi e Recupero Crediti).

L'ottimizzazione del processo di rappresentazione, analisi e gestione del credito ci permette di ridurre l'esposizione al rischio e di minimizzare le perdite sul credito da ascrivere in bilancio, con un evidente beneficio per la bottom line

Dante Antognoni

Responsabile Amministrazione e Finanza di Telepass