Referenze / Referenze

SAS Institute srl.
Via Darwin 20/22
20143 Milano
Italia
>Tel 02 831 341 r.a.
Fax 02 581 136 40
www.sas.com/italy/success

Referenze

Printer-FriendlyPrinter-Friendly

Referenze

 

Health governance

Uno strumento per governare efficacemente la sanità regionale, salvaguardando il difficile equilibrio tra risorse e qualità delle prestazioni.

Crescita della popolazione anziana. Spostamento della domanda verso le malattie croniche e cronicizzate, che impongono terapie di lungo periodo. Esami clinici sempre più sofisticati e costosi. Spesa farmaceutica che spesso sfugge al controllo. Sono solo alcune delle cause che negli ultimi anni hanno fatto lievitare la spesa sanitaria fino ai limiti di guardia. E che costringono le Regioni – cui peraltro il riformato Titolo V della Costituzione assegna competenze esclusive in materia di politica sanitaria – a monitorare con estrema attenzione il difficile equilibrio fra budget e qualità del servizio.

Da un lato, infatti, devono assicurare a tutti i cittadini il massimo livello di assistenza, secondo i noti principi di equità e universalità. E dall'altro, a fronte di trasferimenti statali sempre più ridotti, devono esercitare una decisa azione di indirizzo e di controllo per garantire il rispetto di vincoli economici sempre più stringenti. Monitoraggio delle prestazioni e contenimento dei costi diventano quindi tasselli fondamentali di una politica sanitaria che punta contemporaneamente sulla qualità e sulla sostenibilità.

Efficacia nell'azione di governo
È questa la strada intrapresa da Regione Liguria che, per assolvere efficacemente al proprio ruolo di programmazione e controllo – in una parola di governo – si è dotata di uno strumento di supporto decisionale, in modo da fondare su dati certi la definizione e l'attuazione delle strategie. La realizzazione del progetto è stata affidata a Datasiel, società interamente controllata dall'Ente Regione, che ha via via assunto nel corso degli anni il ruolo di partner tecnologico strategico fino a trasformarsi in punto di riferimento della cultura informatica in Liguria e strumento di politica industriale, di innovazione e di ricerca nelle tecnologie ICT sul territorio regionale. Nasce così il progetto di data warehouse sanitario che, come sottolinea Severino De Mattei, Direttore Divisione Sanità di Datasiel, affonda le sue radici nella forte specializzazione maturata da Datasiel nel settore: "Il data warehouse è in definitiva la naturale evoluzione di un lavoro che vede Datasiel impegnata da oltre dieci anni a implementare il sistema informativo integrato della sanità ligure, articolato su due livelli. Uno volto ad offrire ai soggetti attuatori della politica sanitaria regionale lo strumento di governo per definire le linee guida e monitorare l'attuazione dei piani. E l'altro finalizzato a supportare le singole aziende sanitarie nel controllo di tutti i processi di assistenza sanitaria, ospedaliera e territoriale".

Un contesto favorevole
È venuto così a crearsi un background, fatto di flussi informativi standardizzati, regole di controllo condivise, alta qualità dei dati, innovazione tecnologica dei sistemi periferici, diffusione della cultura del dato, che ha facilitato l'implementazione del progetto. Altro elemento di successo è la chiarezza degli obiettivi e dei requisiti. "Si trattava – dichiara Bruno Buonopane, responsabile Datasiel del progetto per Regione Liguria – di razionalizzare e di valorizzare il patrimonio informativo per renderlo facilmente fruibile alla platea dei decisori che necessitano di una piena visibilità sulle caratteristiche del sistema sanitario regionale, dai volumi delle prestazioni erogate ai costi sostenuti, dall'entità della domanda all'incidenza della mobilità. In secondo luogo, si trattava di esplicitare, superando la logica settoriale "per flusso", le interazioni tra i diversi livelli di assistenza: medicina di base, prevenzione, assistenza domiciliare, degenze, mobilità, ecc. Per valutare l'appropriatezza e la qualità delle prestazioni e per controllare e razionalizzare la spesa, occorre effettuare analisi trasversali incentrate sull'assistito e sul percorso di cura. Per ultimo l'esistente architettura client-server doveva cedere il passo a una più evoluta distribuzione delle informazioni via Web, mentre occorreva assicurare la replicabilità della soluzione nelle singole aziende sanitarie, senza necessità di eccessive personalizzazioni".

Un ambiente evoluto di ricerca e di analisi
La definizione degli obiettivi ha guidato il successivo percorso di disegno e di implementazione del data warehouse, realizzato interamente su piattaforma SAS.
Per rispettare il requisito di replicabilità evitando il moltiplicarsi dei moduli di interfacciamento, le informazioni vengono acquisite dai sistemi gestionali e operazionali (applicativi di gestione clinica e amministrativa nel caso delle aziende sanitarie periferiche), secondo un tracciato record predefinito, e vanno ad alimentare il data warehouse, su cui poggiano i data mart "tematici". Un'anagrafe centralizzata consente di correlare i data mart in modo da garantire l'identificazione univoca dell'assistito, mentre un repository dei metadati facilita l'interfacciamento e l'interazione dei moduli e degli strumenti software. Il front-end, incentrato su SAS Information Delivery Portal, immette l'utente secondo profili differenziati di abilitazione in un ambiente evoluto di ricerca e di analisi. Elemento centrale è un'area tematica che, implementando un modello di controllo condiviso, offre una piena visibilità sulle componenti principali del sistema sanità: produzione (attività delle strutture di ricovero, attività per reparto, ecc.), domanda espressa (accesso al ricovero, mobilità, ospedalizzazione, patologie e interventi chirurgici, ecc.) e appropriatezza di utilizzo (durata della degenza, ricoveri ripetuti, livelli di servizio, ecc.). L'utente ha comunque la più ampia libertà di agire sul layout predefinito delle interrogazioni, aggiungendo nuove misure o costruendo nuove dimensioni di analisi.

Data mart incrementali per un panorama sanitario completo
Quali i benefici e le prospettive della soluzione? "Posto che l'obiettivo – afferma Cristina Morello responsabile Datasiel per i Sistemi Direzionali della Sanità – di offrire al management sanitario uno strumento decisionale per governare la qualità e i costi delle prestazioni è stato raggiunto, il modello di data warehouse che abbiamo adottato favorirà una crescita incrementale e integrata dei data mart, tra loro correlati dall'anagrafe centralizzata, in modo da coprire l'intero panorama della sanità ligure. Grazie alla diffusione di un know-how omogeneo presso l'Ente Regione e le strutture periferiche, ogni singola azienda potrà facilmente acquisire nei propri sistemi le realizzazioni sviluppate presso le altre, una volta definiti e concordati gli standard. Allo stesso modo, l'adozione di un modello di controllo condiviso dall'Ente Regione e dalle aziende sanitarie garantisce che tutti gli utilizzatori vedano gli stessi dati e attribuiscano lo stesso significato alle informazioni. La flessibilità della soluzione consente inoltre all'utente di superare una logica puramente settoriale e di condurre analisi trasversali incentrate sull'assistito, personalizzando analisi e interrogazioni a seconda dell'effettivo bisogno. Senza contare che la distribuzione delle informazioni via Web evita la necessità di mantenere i singoli client e permette di raggiungere una platea di utilizzatori potenzialmente illimitata e dislocata in luoghi diversi".

Tesimonianza tratta da itasascom (2/2006) - la rivista periodica di fatti, informazione e cultura del mondo SAS.
© Copyright dell'editore. L'articolo non è riproducibile senza il suo consenso.

Copyright © SAS Institute Inc. All Rights Reserved.

Datasiel

Esigenza di Business:
Razionalizzare e valorizzare il patrimonio informativo per renderlo facilmente fruibile ai decisori che necessitano di una piena visibilità sulle caratteristiche del sistema sanitario regionale, dai volumi delle prestazioni erogate ai costi sostenuti, dall'entità della domanda all'incidenza della mobilità.
Soluzione:
Implementazione di un data warehouse, realizzato interamente su piattaforma SAS.

La flessibilità della soluzione consente inoltre all'utente di superare una logica puramente settoriale e di condurre analisi trasversali incentrate sull'assistito, personalizzando analisi e interrogazioni a seconda dell'effettivo bisogno. Senza contare che la distribuzione delle informazioni via Web evita la necessità di mantenere i singoli client e permette di raggiungere una platea di utilizzatori potenzialmente illimitata e dislocata in luoghi diversi.

Cristina Morello

Responsabile Datasiel per i Sistemi Direzionali della Sanità