Referenze / Referenze

SAS Institute srl.
Via Darwin 20/22
20143 Milano
Italia
>Tel 02 831 341 r.a.
Fax 02 581 136 40
www.sas.com/italy/success

Referenze

Printer-FriendlyPrinter-Friendly

Referenze

 

Sintesi e tempestività

Datawarehouse unico, dati di sintesi puntuali e facili da consultare, efficientamento dei processi, tempestività e monitoraggio continuo dell'andamento del business. Sono alcuni benefici ottenuti da Allianz Bank grazie ai sistemi di business intelligence SAS.

Dopo una serie di operazioni di fusione a cui è andata incontro negli ultimi anni, Allianz Bank (oggi Gruppo Allianz) ha deciso di dotarsi di sistemi di business intelligence targati SAS e, nello specifico, di una soluzione di performance management, ovvero di strumenti di supporto alle decisioni che permettono al management di analizzare, monitorare e prevedere possibili scenari futuri. Con un duplice obiettivo: garantire maggiore qualità alla crescente mole di dati di cui la società è in possesso e maggiore snellimento ai processi decisionali che su quella stessa mole di dati vengono effettuati, giorno per giorno. A parlarci del progetto sono Gianandrea Simonetti, responsabile dell'unità Pianificazione Commerciale, e Mariella Schiavoni, responsabile dell'unità di Pianificazione e Controllo, entrambi di Allianz Bank.

Massimo della sintesi, velocità e puntualità del dato
«L'esigenza all`interno di Allianz», racconta Simonetti, era ricostruire con metodo tutto il datawarehouse in un'unica soluzione; un datawarehouse che risultasse consultabile a vari livelli e, ovviamente, accessibile a tutto il top management e, in particolare, per noi, ai business manager e ai manager di rete, affinché potessero monitorare l'andamento delle attività nelle rispettive aree geografiche e di competenza e per ciascuna delle risorse umane da essi direttamente dipendenti. Lo strumento doveva inoltre rispondere alle esigenze della pianificazione commerciale e fornire, come output delle analisi, dati di sintesi sulle attività della rete molto puntuali e facilmente consultabili e leggibili». «In più», aggiunge Schiavoni, «lo strumento messo a punto doveva essere utilizzato anche dall`unità di pianificazione e controllo, con lo scopo di rendere disponibili alle persone autorizzate le informazioni relative alla rete rispetto agli obiettivi, con la massima chiarezza e il minimo degli sforzi in termini di elaborazione, lettura del dato e sua interpretazione».

«Detto in altri termini», riprende Simonetti, «i 'must' dovevano essere massimo della sintesi, velocità e puntualità dei dato. Anche perché nell'economia dell`intero progetto, gli strumenti di performance management dovevano abbracciare in modo capillare i processi di pianificazione strategica e controllo di gestione. Ma era soprattutto nell'ambito della pianificazione strategica che questi strumenti dovevano dimostrarsi in grado di fornire il massimo dei valore aggiunto. Gli strumenti di formalizzazione e rappresentazione della strategia dovevano insomma essere utilizzati in modo sistematico e continuo durante il processo di pianificazione strategica, allo scopo di consentire al top management di esplicitare, delineare e attuare al meglio gli orientamenti e le strategie. In questo SAS ha soddisfatto appieno le nostre molteplici e complesse esigenze, in quanto è stato capace di unire in un'unica soluzione la facilità d'uso e la completezza funzionale».

Monitoraggio strategico e supporto alle decisioni
E' indubbio che il monitoraggio strategico all'interno delle aziende - quelle finanziarie in primis - stia diventando una strada sempre più importante da percorrere. Questo aspetto in Allianz Bank è diventato una priorità fin dal 2004, anno in cui si è deciso di realizzare un sistema di performance management.

«A oggi i risultati sono già tangibili», assicura Schiavoni, e sebbene molti di essi siano difficilmente misurabili in termini di Roi, «disporre di un unico efficace strumento di supporto alle decisioni e di monitoraggio delle risorse utilizzate ci ha permesso di migliorare la qualità delle informazioni condivise e distribuite e di dimezzare i tempi di reportistica sui commerciali. Inoltre ha consentito di ottenere l'efficientamento dell'intero processo di business. Attraverso il sistema di misurazione delle performance e dell'andamento delle attività, per area geografica, per capi area e per singoli promotori, è possibile infatti limitare i rischi di cattiva gestione o di strategia male impostata in tempo reale, ovunque ci si trovi. In tal modo è possibile reagire rapidamente agli eventi e modificare eventuali problematiche o scostamenti dagli obiettivi predefiniti prima che sia troppo tardi per intervenire. La soluzione cioè permette di correggere azioni o comportamenti errati nel momento stesso in cui di essi si prende coscienza». Il vantaggio che se ne ottiene è di notevole portata, «sia in termini di possibili economie di gestione, sottolinea Simonetti, sia in termini di realizzazione di progetti più rispondenti alle richieste e alle esigenze che, come tutti sappiamo, mutano ormai in continuazione e alla velocità della luce. Per le sue caratteristiche, lo strumento si presta benissimo anche nella definizione di strategie di marketing. Grazie alle informazioni puntuali che consente di trarre e alla reportistica condivisa, permette infatti di decidere quali prodotti spingere su un certo target di clientela e quali no».

Modello previsionale per i dati di interesse
Senza contare che «gli aspetti predittivi propri di un sistema di performance management», riprende Schiavoni, «costituiscono una base essenziale proprio nel momento più delicato, quello della pianificazione strategica e l`adozione di tecniche statistiche e analitiche consente di trovare il miglior modello previsionale per i dati di interesse e, quindi, di disporre di informazioni certe e affidabili, che oggi sono quanto di più vitale possa esserci. L'utilizzo di tali tecniche fornisce infatti valore aggiunto non solo nella fase di predisposizione della base dati, ma anche in fase di simulazione e di analisi di scenari alternativi. Un supporto fondamentale se si pensa alla necessità, per esempio, di identificare i clienti con la migliore profittabilità futura, processo che spesso richiede l'esecuzione di migliaia di simulazioni che tengano conto di variabili quali l'evoluzione dei tassi di interesse o degli scenari macroeconomici e valutari».

Articolo tratto da Azienda Banca.
© Copyright dell'editore. L'articolo non è riproducibile senza il suo consenso.

Copyright © SAS Institute Inc. All Rights Reserved.

Allianz Bank

Esigenza di Business:
Un unico data warehouse facilmente consultabile a vari livelli e accessibile a tutto il top management, capace di monitorare l'andamento delle attività nelle diverse aree geografiche di competenza e per ciascuna delle risorse umane di riferimento.
Soluzione:
SAS for Performance Management ha consentito di disporre di un unico ed efficace strumento di supporto alle decisioni: il monitoraggio delle risorse utilizzate ha permesso di migliorare la qualità delle informazioni condivise e distribuite e di dimezzare i tempi di reportistica sui commerciali. Inoltre, ha consentito di migliorare l'intero processo di business.

Lo strumento doveva inoltre rispondere alle esigenze della pianificazione commerciale e fornire, come output delle analisi, dati di sintesi sulle attività della rete molto puntuali e facilmente consultabili e leggibili [...] SAS ha soddisfatto appieno le nostre molteplici e complesse esigenze, in quanto è stato capace di unire in un'unica soluzione la facilità d'uso e la completezza funzionale.

Gianandrea Simonetti

Responsabile dell'unità Pianificazione Commerciale