Newsroom /

SAS Institute SRL
Via Darwin 20/22
20143 Milano
Italia
Centralino: 02 8313 41 r.a.
Fax: 02 5811 3640
http://www.sas.com/italy

Press Release

Printer-Friendly Printer-Friendly

News

 

Big Data Analytics per riabilitare il ruolo strategico dei CIO

Secondo uno studio condotto da IDC per conto di SAS, per i responsabili dei sistemi informativi si apre un'opportunità senza precedenti: guidare le strategie aziendali attraverso l'elaborazione di grandi volumi di dati.

Milano  (15 apr. 2014)  – I Big Data rappresentano una grande opportunità per i CIO. Secondo il white paper di IDC pubblicato a dicembre 2013, dal titolo Chance of a Lifetime: Using Big Data and Analytics as the Ticket to Strategic Relevance, lo scenario di business attuale, caratterizzato da un uso intensivo dei dati, offre ai responsabili dei sistemi informativi l'occasione per supportare le strategie aziendali verso il raggiungimento degli obiettivi e di maggiori profitti.
Condotto per conto di SAS, lo studio ha coinvolto 578 manager appartenenti alla divisione IT, alle line of business (LOB) e alla funzione Analytics.

Anche se Big Data e Analytics stanno ormai trasformando radicalmente il modo di fare business, molti intervistati faticano a calcolare - e a dimostrare - il valore effettivo che viene generato dalla raccolta ed elaborazione di grandi volumi di informazioni. Nonostante il 95% del campione dichiari di ottenere benefici provenienti dagli Analytics, soltanto il 31% afferma di essere in grado di misurare concretamente tali vantaggi.

L'indagine mette in evidenza il divario di vedute tra Sistemi Informativi e LOB: spesso le persone di business vedono il dipartimento informatico come un ostacolo agli Analytics, piuttosto che un abilitatore, e di conseguenza tendono ad agire in autonomia, adottando soluzioni alternative a quelle proposte dall'IT aziendale, che viene messo così in ombra.

Causa del dissidio, una serie di atteggiamenti alla base che minano il rapporto tra IT e LOB:

  • le LOB si aspettano un ROI (Return On Investment) degli Analytics più rapido rispetto all'IT.
  • Le LOB lavorano attivamente e a stretto contatto con i Chief Analytics Officer, mentre il rapporto con i Sistemi Informativi è meno intenso e più distante.
  • L'IT pensa di essere coinvolto nella definizione delle strategie di Analytics più di quanto lo sia in realtà.
  • Le LOB sono meno soddisfatte della loro collaborazione con il dipartimento IT e non viceversa.

"I vari dipartimenti aziendali stanno procedendo isolatamente alla raccolta e all'analisi dei dati cercando di costruire al proprio interno una strategia basata sugli Analytics", dichiara Tony Hamilton, Global Marketing Consultant di SAS. "Questo approccio a silos non permette di raggiungere una vista unica sul cliente o di effettuare una valutazione accurata, coerente e organica sulla situazione dell'azienda e sugli obiettivi di business".

"Quando IT e business sono allineati, emergono insight davvero efficaci", prosegue Hamilton. "E se questi insight vengono distribuiti ai destinatari corretti e contestualizzati in una visione aziendale più ampia, nascono nuove opportunità di business. Avendo un punto di osservazione privilegiato sia sulle tematiche di business sia sul fronte della tecnologia, il CIO ha l'opportunità eccezionale di guidare le strategie basate sugli Analytics, assegnando le risorse adeguate e istituendo un approccio integrato per la raccolta e l'analisi dei dati a livello aziendale, garantendone l'integrità".

Gli Analytics trovano una collocazione in azienda, ma fuori dall'IT

Circa il 38% delle organizzazioni ha affermato che la maggiore parte del personale che si occupa di Analytics è collocato all'interno di un gruppo specifico, esterno alla funzione IT (solo cinque anni fa, questa percentuale sarebbe stata vicina allo zero); il 21% di queste aziende ha dichiarato inoltre che il gruppo è il principale decisore delle strategie basate sugli Analytics.

La cultura aziendale rappresenta un ostacolo alla diffusione degli Analytics

L'indagine ha inoltre rilevato che la cultura aziendale può generare ostacoli significativi alla diffusione degli Analytics.
Le imprese devono superare le resistenze del top management, l'organizzazione a silos e il divario tra IT e business per riuscire a massimizzare i benefici provenienti dagli Analytics.

L'IT viene visto come parte del problema, non come soluzione

Sono state riscontrate notevoli divergenze tra il punto di vista delle LOB e dei Sistemi Informativi nell'attribuire l'importanza dell'IT nei processi analitici.
In particolare si nota una variazione di 14 punti percentuali tra le risposte dei manager di business e degli informatici nel riconoscere l'IT come il principale sviluppatore delle strategie di Analytics. Gli uomini IT sono per il 10% più soddisfatti della loro collaborazione con le LOB sul fronte Analytics rispetto alla controparte. Ma c'è un dato ancora più significativo della divergenza di vedute: gli informatici che attribuiscono all'IT un ruolo decisionale importante nell'assegnazione dei finanziamenti ai progetti di Analytics sono quasi il doppio rispetto ai manager di business.

SAS

SAS è la maggiore società di software e servizi di Business Analytics e la più grande società indipendente nel mercato della Business Intelligence. Attraverso soluzioni innovative SAS, con oltre 70.000 installazioni in tutto il mondo, aiuta le imprese a migliorare le performance e a veicolare valore supportando i manager nel prendere decisioni migliori in tempi brevi. In Italia dal 1987, ha oggi una struttura di oltre 330 persone operative nelle sedi di Milano, Roma, Mestre, Torino e Firenze. Dal 1976 SAS fornisce alle aziende di tutto il mondo The Power to Know® .

Back to Recent SAS Press Releases

Copyright © SAS Institute Inc. All Rights Reserved.

Editorial Contacts:

External Link: SAS Forum Italia 2014

SAS Forum Italia 2014