SAS in Università: una marcia in più per gli studenti

La probabilità e la statistica rappresentano gli strumenti naturali per la modellizzazione matematica e, in senso lato, scientifica." Questa frase di David Mumford, uno dei più grandi matematici contemporanei, che campeggia in bella evidenza sul sito del corso di laurea in "Statistica matematica e trattamento informatico dei dati" (SMID) dell'Università degli Studi di Genova, traccia subito i riferimenti culturali di un corso di laurea che intende fondere programmaticamente la ricerca e l'insegnamento delle discipline statistiche con le metodologie proprie delle scienze matematiche. E non a caso, primo in Italia ma allineato con una prassi ormai consolidata all'estero, il corso di laurea SMID fa parte della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali.

Prendere decisioni in condizioni di incertezza

"Gli statistici – spiega Maria Piera Rogantin, professore associato del Dipartimento di Statistica Matematica e autrice di testi specialistici nella disciplina – intervengono ovunque sia necessario prendere decisioni in condizioni di incertezza e in tutti i settori della produzione. Ma per far fronte alla complessità delle situazioni reali, le metodologie statistiche devono avvalersi di conoscenze matematiche approfondite ed essere in grado di utilizzare strumenti informatici che permettano di trattare grandi quantità di dati." Il corso di studi riflette questo approccio pluridisciplinare perché, oltre alla formazione di base in ambito matematico, probabilistico-statistico (statistica descrittiva e inferenziale, probabilità, statistica matematica) e informatico ("Laboratorio informatico per la statistica"), lascia ampio spazio alle applicazioni statistiche in concrete aree di intervento, dalla medicina (metodi statistici in biomedicina) alla fisica, dall'economia all'ambiente.

Il corso di studi riflette questo approccio pluridisciplinare perché, oltre alla formazione di base in ambito matematico, probabilistico-statistico (statistica descrittiva e inferenziale, probabilità, statistica matematica) e informatico ("Laboratorio informatico per la statistica"), lascia ampio spazio alle applicazioni statistiche in concrete aree di intervento, dalla medicina (metodi statistici in biomedicina) alla fisica, dall'economia all'ambiente.

SAS per la ricerca applicata e per la didattica

In questo quadro, la conoscenza della strumentazione statistica e analitica SAS è diventata un tassello fondamentale del percorso di apprendimento e di specializzazione, a confermare sia il rapporto di fattiva collaborazione che SAS intrattiene con il mondo accademico, sia la valenza scientifica di una piattaforma che si è imposta come standard di fatto nell'area delle analisi statistiche.

"L'impiego della tecnologia SAS nel nostro Dipartimento – spiega Ivano Repetto, ricercatore universitario presso il Dipartimento di Matematica – risale alla fine degli anni '80 e risponde essenzialmente a una duplice finalità. Da un lato, la ricerca applicata, nel senso che utilizziamo gli strumenti SAS per offrire consulenza nella elaborazione e nell'analisi dei dati ai colleghi impegnati in indagini sul campo, ad esempio nell'area della biomedicina o della psicologia, della geofisica o dell'ingegneria. E dall'altro, la didattica, nel senso che l'insegnamento di SAS, in termini di programmazione e di procedure statistico-analitiche, è un elemento importante della nostra attività formativa."

Una parte integrante del percorso di studio

E in effetti, i metodi e le procedure SAS trovano ampio spazio nel percorso di studi, dalla statistica matematica, con i modelli lineari generali e generalizzati, alla statistica applicata, con i controlli statistici di processo e di qualità. Dalle tecniche di regressione in biomedicina alle metodologie di data mining, oggetto di un corso tenuto in qualità di docente da uno specialista SAS, fino agli strumenti di cluster analysis e di analisi in componenti principali utilizzati per i tirocini e per le tesi di laurea.

 

Posto che le applicazioni statistiche e analitiche di SAS sono ampiamente diffuse nei più diversi settori economici, crediamo che la conoscenza di SAS costituisca una preziosa opportunità per i nostri studenti e un valido ausilio per il loro inserimento nella vita professionale.

Ivano Repetto
Ricercatore universitario presso il Dipartimento di Matematica

In particolare, il "Laboratorio informatico per la statistica" è interamente incentrato sulla programmazione SAS, dalle procedure di base alla creazione e manipolazione dei dataset, fino alla rappresentazione grafica dei risultati. "Nell'ambito della statistica – sottolinea Maria Piera Rogantin – SAS offre un insieme di procedure validate e affidabili che da un lato rappresentano uno standard, e dall'altro, cosa per noi ancora più importante, sono ben documentate sotto il profilo metodologico. In questo senso, non solo utilizziamo nei corsi le applicazioni SAS per spiegare ed esemplificare alcuni nodi teorici, ma ci è capitato altresì di impiegare il manuale SAS come testo di statistica. Nel mio corso, ad esempio, una delle prove del compito scritto d'esame consiste nell'analizzare e nel commentare i modelli e le teorie che sottostanno la produzione di un output SAS."

Conoscere SAS facilita l'inserimento nel mondo del lavoro

Per una Facoltà e un Dipartimento che riservano una forte attenzione al collegamento con il mondo del lavoro, l'insegnamento della strumentazione SAS riveste anche una valenza professionale, oltre che scientifica e didattica. "Posto che le applicazioni statistiche e analitiche di SAS – conclude Ivano Repetto – sono ampiamente diffuse nei più diversi settori economici, crediamo che la conoscenza di SAS costituisca una preziosa opportunità per i nostri studenti e un valido ausilio per il loro inserimento nella vita professionale. Questa convinzione, del resto, è confermata dai fatti. Nel corso degli ultimi anni, numerose aziende del settore bancario, ospedaliero e informatico hanno proposto ai nostri laureati assunzioni a tempo indeterminato proprio per le competenze acquisite nella tecnologia SAS."

 

Università degli Studi di Genova

Esigenza di Business

Coniugare l'esigenza di uno strumento informatico per la ricerca applicata con la didattica.

Soluzione

 

Articolo tratto da

itasascom Magazine - Digital Edition

1 / 2011

The results illustrated in this article are specific to the particular situations, business models, data input, and computing environments described herein. Each SAS customer’s experience is unique based on business and technical variables and all statements must be considered non-typical. Actual savings, results, and performance characteristics will vary depending on individual customer configurations and conditions. SAS does not guarantee or represent that every customer will achieve similar results. The only warranties for SAS products and services are those that are set forth in the express warranty statements in the written agreement for such products and services. Nothing herein should be construed as constituting an additional warranty. Customers have shared their successes with SAS as part of an agreed-upon contractual exchange or project success summarization following a successful implementation of SAS software. Brand and product names are trademarks of their respective companies. Per questo articolo: Copyright © SAS Institute Inc. All Rights Reserved. L'articolo non è riproducibile senza il suo consenso.

Back to Top