CCSE, verso una governance data-driven

Più energia ai dati con SAS® Visual Analytics. Come migliorare il livello di autonomia, controllo e operatività al servizio del sistema energetico italiano anche in ottica IoT

energy-landscape


Semplificare la complessità

CCSE ha poco più di 50 dipendenti. Ed è l’unico ente pubblico italiano in grado di vantare una doppia certificazione internazionale per la gestione integrata del sistema IT (ISO 20000 e ISO 27001), e questo rappresenta una garanzia internazionale e indipendente delle “best practice” adottate anche verso le aziende che si interfacciano con la CCSE. «Senza l’automazione delle procedure e le soluzioni analitiche non sarebbe possibile far fronte a tutte le attività di monitoraggio, istruttoria e accertamento» – ci spiega Fabrizio Fiorini, Responsabile Area Sistemi Informativi di CCSE.

«I punti chiave della trasformazione sono autonomia funzionale e trasversalità dell’IT. CCSE danno l’idea della complessità del sistema di rendicontazione e rotazione. L’analisi delle dichiarazioni è gestita secondo termini diversi a seconda dell’operatore (mensili, bimestrale, trimestrale a semestre o annuale o una tantum). Cinquaquattro, il totale dei conti gestiti dalla Cassa, di cui 26 per il settore elettrico, 27 per quello del gas ed uno per l’idrico. Il numero di delibere (circa 300 all’anno) hanno un effetto contabile di cassa legato alle aliquote del momento e vengono divise per i vari settori (elettrico, idrico, gas). Più di quarantamila tra dichiarazioni e flussi di cassa che viaggiano nell’ordine di qualche miliardo di euro con un gettito gestito all’anno che supera i sei miliardi».

Cassa Conguaglio rappresenta anche un osservatorio privilegiato sui consumi energetici e fornisce all’Autorità report e statistiche su tutte le attività di controllo delle dichiarazioni dei dati e anche di forecasting. Lo strumento di riferimento è SAS® Visual Analytics che ha permesso di accelerare e semplificare il monitoraggio anche nel settore idrico per le attività di verifica funzionale, dei ricavi sui volumi erogati e di controllo delle tempistiche di invio delle dichiarazioni. «La soluzione web sfrutta le tecnologie di high-performance analytics di SAS e permette di esplorare molto rapidamente elevati volumi di dati. Nell’operatività di tutti i giorni – ci racconta Fiorini – Visual Analytics si traduce in concreto in cinque parole: velocità di risposta alle richieste da parte delle funzioni; disponibilità dei dati sempre aggiornati; dinamicità nella visualizzazione grafica dei dati; facilità di utilizzo e ampiezza della veduta dei dati nelle interrogazioni in tempo reale».

Con SAS Visual Analytics abbiamo completato il processo di analisi e di costruzione dei report da parte degli utenti, con un trasferimento di competenze e conoscenza dall’IT al Management.

Fabrizio Fiorini
Responsabile Area Sistemi Informativi CCSE

Evoluzione guidata dai dati

«Quando la piattaforma SAS è stata introdotta nel 2012, l’estrazione e l’analisi dei dati venivano effettuate manualmente. La svolta decisiva è avvenuta nel 2014 – ci spiega Fiorini – con il consolidamento delle serie storiche dei dati e la messa in autonomia di tutti i nostri utenti che possono costruirsi i report ad hoc sulla base delle loro esigenze grazie alle soluzioni di data visualization. Abbiamo implementato anche dei report interni utilizzati dal management per la visualizzazione dei dati e abbiamo completato il primo passaggio verso la piattaforma completa per il controllo di gestione. Nel 2012, abbiamo iniziato eliminando i vecchi fogli Excel e le interrogazioni SQL, adesso stiamo innovando tutte le attività di istruttoria, accertamento e di supporto. E già dalla fine dell’anno prossimo ci aspettiamo di avere dei risultati tangibili in termini di governance data driven più vicini al management».

Il circuito della conoscenza

«All’inizio, i dati non circolavano, ma restavano bloccati in qualche silos. SAS® Web Report Studio ci ha permesso di diffondere le informazioni in ambito aziendale. Con SAS® Enterprise Guide® abbiamo sviluppato la prima fase del controllo di gestione e di altre reportistiche a supporto dei responsabili delle unità. Infine, grazie a SAS Visual Analytics abbiamo completato il processo di analisi e di costruzione dei report da parte degli utenti, con un trasferimento di competenze e conoscenza dall’IT al Management».

Più energia ai dati

L’IT non è più la stanza dei bottoni ma un partner del business sempre più trasversale nella comprensione dei risultati. «Con SAS Visual Analytics, ogni funzione interna può accedere direttamente i dati, interrogarli e costruire i propri report ad hoc. Oggi, le soluzioni di VA permettono di rendere più semplici queste attività e mettono tutte le funzioni aziendali nelle condizioni di gestire il volume crescente di informazioni, con una ricaduta di efficienza su tutta l’organizzazione anche nella prospettiva dell’Internet of Things, che avrà un ruolo sempre più importante nelle utility energetiche per il consolidamento dei dati. Tutto questo ci permetterà di conseguire l’obiettivo finale di una governance data driven. In questa prospettiva, più i nostri dirigenti non-IT utilizzano SAS, più la cultura dei dati aumenta internamente. I risultati che vengono dal basso sono il vero incentivo al cambiamento. E’ per questo, che una parte del nostro budget di investimento viene destinato alle soluzioni SAS» – conclude Fiorini.

Highlights

Highlight. I numeri di Cassa Conguaglio per il Settore Elettrico

I numeri di CCSE danno l’idea della complessità del sistema di rendicontazione e rotazione. L’analisi delle dichiarazioni è gestita secondo termini diversi a seconda dell’operatore (mensili, bimestrale, trimestrale a semestre o annuale o una tantum).

54: il totale dei conti gestiti dalla Cassa, di cui 26 per il settore elettrico, 27 per quello del gas e 1 per l’idrico. Circa 300: numero di delibere annuali con effetto contabile di cassa legato alle aliquote del momento e divise per i vari settori elettrico, idrico e gas. Più di 40.000 tra dichiarazioni e flussi di cassa che viaggiano nell’ordine di qualche miliardo di euro con un gettito gestito all’anno che supera i 6 miliardi. Cassa Conguaglio rappresenta anche un osservatorio privilegiato sui consumi energetici e fornisce all’Autorità report e statistiche su tutte le attività di controllo delle dichiarazioni dei dati e anche di forecasting.

Cassa Conguaglio del Settore Elettrico

I benefici

Velocità di risposta alle richieste da parte delle funzioni; disponibilità dei dati sempre aggiornati; dinamicità nella visualizzazione grafica dei dati; facilità di utilizzo e ampiezza della veduta dei dati nelle interrogazioni in tempo reale.

Le Soluzioni

Fabrizio Fiorini
Fabrizio Fiorini, CCSE

Scarica l'eBook gratuito sulla Data Visualization

ebook SAS sulla Data Visualization

 

Articolo tratto da

itasascom Magazine - Digital Edition

3 / 2015

The results illustrated in this article are specific to the particular situations, business models, data input, and computing environments described herein. Each SAS customer’s experience is unique based on business and technical variables and all statements must be considered non-typical. Actual savings, results, and performance characteristics will vary depending on individual customer configurations and conditions. SAS does not guarantee or represent that every customer will achieve similar results. The only warranties for SAS products and services are those that are set forth in the express warranty statements in the written agreement for such products and services. Nothing herein should be construed as constituting an additional warranty. Customers have shared their successes with SAS as part of an agreed-upon contractual exchange or project success summarization following a successful implementation of SAS software. Brand and product names are trademarks of their respective companies. Per questo articolo: Copyright © SAS Institute Inc. All Rights Reserved. L'articolo non è riproducibile senza il suo consenso.

Back to Top